Risultati immagini per campi scuola diabeteLa istruzione sanitaria per mezzo dei campi scuola è diventata una tappa obbligatoria per i ragazzi col diabete per acquisire tutto ciò che l'ospedale, per molteplici motivi, non può garantire.
Cosa sono i campi scuola? Sono dei "momenti" di educazione ed addestramento teorico - pratici all'autogestione della malattia organizzati in forma "residenziale", in ambienti extraospedalieri al quale partecipano in funzione di docenti, per le singole competenze, medici ed infermieri qualificati, ed anche dietista, psicologa, animatori, diabetici guida e rappresentanti delle associazioni di genitori. La durata di un campo, normalmente è di sette  giorni e per tutto il periodo i ragazzi e l'equipe socio-sanitaria fanno vita comune.

I campi scuola rappresentano un’esperienza fondamentale nello schema educativo dei bambini e degli adolescenti diabetici, per l’accettazione della malattia, per il confronto con altri coetanei, diabetici e no e per l’acquisizione di una buona educazione all’autogestione della malattia. Bisogna tenere conto che i campi scuola rappresentano, in una alta percentuale di casi, la prima esperienza di vita al di fuori dell’ambiente familiare da parte dei giovani diabetici. Per potere fare fronte alle diverse esigenze - mediche e psicologiche - che il soggiorno presenta, questa esperienza deve essere diretta e gestita da una specifica equipe pediatrica-diabetologica predisposta per accompagnare e sostenere l’attività del soggiorno.

Gli obiettivi che il soggiorno nel campo scuola si pone sono:
 1)   promuovere l'educazione specifica per l'autogestione del diabete nell’ambito di una esperienza extra ospedaliera positiva;
       favorire il confronto con coetanei con e senza diabete;
 2)  stimolare l'indipendenza nella gestione del diabete in assenza dei familiari;
      sviluppare il processo di autostima, la responsabilizzazione, il controllo emotivo e far superare ogni sensazione di isolamento e di diversità dei partecipanti;
 3)  favorire la formazione e l'arricchimento professionale del team pediatrico diabetologico;
 4)  favorire la possibilità ai Pediatri Diabetologi di sviluppare questa indispensabile esperienza.